Progetto Mitofusina

Oltre la pandemia, ricostruire la Disabilità ai tempi del Covid – webinar

02 April 2021

Lo scorso 22 marzo 2021 abbiamo partecipato (virtualmente) alla Conferenza online organizzata dalla CDP (Consulta per le persone in difficoltà) dove si è tenuta una Tavola Rotonda con il neo Ministro per la Disabilità Erika Stefani. I temi affrontati dalla Consulta, che è composta da ben 58 organizzazioni, e portati all’attenzione del neo Ministro attraverso un dialogo costruttivo, sono stati molteplici e tutti legati al mondo della disabilità: 

  • importanza del ruolo del mondo delle associazioni nel percorso di vita e crescita delle persone con disabilità cognitive e relazionali. Un ruolo che molto spesso viene sottovalutato e non considerato prioritario, ma che, invece, è fondamentale nell’accompagnamento della persona disabile verso lo sviluppo di autonomie e autodeterminazione nei vari percorsi socioeducativi e riabilitativi. Un supporto che diventa fondamentale anche per i genitori che acquisiscono sicurezza nell’essere affiancati da realtà che lavorano e si muovono al loro fianco anche nella tutela e riconoscimento dei diritti;
  • necessità di investire maggiormente sul passaggio del ragazzo con disabilità dalla fanciullezza alla vita adulta, approfondendo possibili offerte di inserimento lavorativo in conclusione del percorso scolastico, dove ancora troppo spesso le uniche soluzioni proposte arrivano dal mondo dell’associazionismo piuttosto che da quello del lavoro;
  • rilevanza del ragionare sul Durante e Dopo di Noi, per incrementare la riflessione sulle possibilità di autonomia offerte alle persone con disabilità, garantendo di affrontare al meglio le emergenze organizzative che la perdita dei genitori o la loro impossibilità di prendersi cura del figlio comportano;
  • il primo progetto per costruire la prima Agenda della Disabilità in Italia realizzato dalla CPD insieme alla Fondazione CRT: “Agendo per l’Agenda della Disabilità” è un piano di azioni concrete “firmato” dalle istituzioni e dalla società civile sulla base delle proposte e delle esigenze – mutate anche alla luce dell’emergenza sanitaria – delle organizzazioni non profit che quotidianamente si impegnano per le persone con disabilità, le loro famiglie e le comunità. L’Agenda sarà costruita attorno a sei temi strategici: abitare sociale, sostenere le famiglie, vivere il territorio, lavorare per crescere, imparare dentro e fuori la scuola, curare e curarsi. Stanno partecipando ai tavoli circa 150 organizzazioni. Oltre 300 le organizzazioni iscritte alla Comunità Virtuale www.agendoperlagenda.it per vedere l’avanzamento lavori dei singoli obiettivi (Goal), per partecipare agli eventi pubblici, per fare rete con le altre organizzazioni iscritte;
  • approfondimento del settore Turismo per Tutti della CPD, con presentazione del progetto Turismabile realizzato con la Regione Piemonte quale buona pratica da estendere a livello nazionale dell’ottica di re-istituire la Commissione per la promozione e il sostegno Turismo Accessibile, attiva dal 2009 e da diversi anni non più attiva;
  • introduzione dell’Indagine sull’impatto dell’epidemia del Covid -19 sul mondo dell’associazionismo piemontese realizzata dalla CPD con la Regione Piemonte per offrire agli amministratori locali una fotografia che restituisca cosa è successo in concreto in questo anno di pandemia e come si delinea il futuro dell’associazionismo piemontese;
  • riflessione sull’importanza della Vita indipendente, condotta da Carlo Giacobini – coordinatore del Comitato Tecnico scientifico della CPD, che ha posto l’accento sull’importanza di tali progettualità per lo sviluppo di indipedenze legate a tutti gli ambiti del quotidiano e non solo a quello economico come invece spesso accade.

L’incontro si è concluso con la disponibilità del Ministro ad approfondire i temi e avviare un confronto, con un ringraziamento per le riflessioni condivise e un arrivederci presso la sede della CPD appena concluse le limitazioni legate alla zona rossa.